mercoledì, 8 Febbraio 2023

I Borghi più belli d’Italia sbarcano su Internet

Un Portale, promosso dall’Anci, ne raccoglie le caratteristiche

Un sito internet come un viaggio virtuale tra i cinquanta borghi più belli d’Italia. Una passeggiata tra il camminamento medioevale sotto la Rocca di Cetona, in Toscana, e le architetture spontanee in calce bianca del centro storico di Cisternino, in Puglia. Fino al rione Monti, nel centro storico di Roma, l’ultimo ammesso in ordine cronologico. Il portale www.borghitalia.it, promosso dall’Anci e presentato oggi a Roma, in Campidoglio, vuole essere una sintesi informativa sul web delle bellezze del Club dei borghi più belli d’Italia. ”Una sorta di censimento – ha spiegato il presidente del Club Fiorello Primi – della bellezza residua del nostro Paese. Un catalogo di ciò che si è salvato dalle devastazioni degli ultimi trent’anni quando, come conseguenza del benessere, forme e materiali dell’edilizia popolare si sono introdotti nel cuore dei centri storici, che erano rimasti immutati per secoli, in quanto tutto ciò che era ‘vecchio’ doveva essere buttato”.
L’avventura del Club è nata nell’ottobre del 2001, con una
riunione di sindaci di piccoli Comuni nell’ambito dell’assemblea nazionale dell’Anci, a Parma. Nel giro di pochi mesi sono arrivate circa 400 richieste di adesione al Club, che sono state accuratamente vagliate. Tra i requisiti richiesti per l’ammissione, oltre al parametro dei duemila abitanti nel centro storico e 15 mila nell’intero Comune, il borgo deve avere un patrimonio storico, architettonico e urbanistico, che il Comune deve saper valorizzare e conservare. A presentare l’iniziativa, con Primi, c’erano tra gli altri il presidente della consulta del turismo dell’Anci Antonio Centi, il vice sindaco di Roma Mariapia Garavaglia, il consigliere comunale capitolino Pino Galeota e il presidente del I Municipio-Centro storico di Roma Giuseppe Lobefaro. ”L’ammissione del rione Monti a questo Club – ha commentato Lobefaro – è per noi un riconoscimento al lavoro di tutela fatto non solo in questo quartiere, ma in tutto il centro storico”. Secondo la Garavaglia, ”l’inserimento di Roma è motivo di grande soddisfazione per l’amministrazione e per tutti i cittadini della capitale. E’ un risultato che premia giustamente il valore artistico e culturale di una parte fondamentale del centro di Roma”. Il vice sindaco ha sottolineato l’importanza ”che il turismo venga considerato una risorsa importantissima per lo sviluppo, anche economico, delle nostre città. Questa iniziativa, nata nell’ambito dell’Anci, aiuta a rafforzare lo spirito di coesione e il coordinamento di tutti gli amministratori preposti al governo locale”.

News Correlate