mercoledì, 21 Aprile 2021

I turisti europei continuano a prendere d’assalto la Turchia

Il Governo di Ankara ha rafforzato i controlli su tutti i mezzi di trasporto

I turisti europei continuano ad
arrivare regolarmente nella cittadina turistica sul Mare Egeo di
Kusadasi anche dopo la bomba esplosa su un minibus provocando
cinque morti ed oltre una diecina di feriti. La vita e le
attivita’ turistiche sono riprese e all’apparenza tutto appare
normale: i traghetti zeppi di turisti europei attraccano al
porto, ne discendono cittadini europei, soprattutto tedeschi,
russi e britannici. Unica novita’ osservabile la nutrita presenza di poliziotti
al porto, sulle strade, alle fermate dei pullman ed anche sulle
spiagge vicine. Si controllano i bagagli e l’identita’ delle
persone che prendono i minibus e sono stati rafforzati i
controlli anche all’aeroporto di Izmir. La stessa cosa sta
avvenendo in tutti gli aeroporti, i porti, le stazioni dei bus
in tutta la Turchia, dove il turismo e’ la principale fonte di
afflusso di valuta estera.
Il governo turco non puo’ permettersi una stagione magra del
turismo a causa dei terroristi, che restano di matrice ancora
incerta, dato che una rivendicazione di un gruppo derivante dal
Pkk, il Tak, riportata da un giornale, non e’ stata confermata
ufficialmente mentre il Pkk ha negato sul suo sito ufficiale un
suo coinvolgimento.

News Correlate