mercoledì, 20 Gennaio 2021

Iata chiede rimborso Usa per cancellazione voli

L’associazione è contraria alle scelte unilaterali americane

L’Associazione internazionale del trasporto aereo (Iata) ha intenzione di chiedere al governo degli Stati Uniti di risarcire le perdite subite dalle compagnie aeree a causa della cancellazione di alcuni voli imposta dagli Usa come misura per prevenire attentati terroristici. Il portavoce della Iata, William Garillard, in un’intervista al quotidiano messicano ‘El Independiente’, ha detto che ”non vi è stata molta trasparenza” nelle decisioni del governo Usa di bloccare a terra alcuni aerei in partenza verso destinazioni americane per ragioni di sicurezza interna. Tanto bloccare a terra i voli come far salire a bordo degli aerei agenti armati sono scelte ”unilaterali” prese dagli Stati Uniti ”senza consultare i propri partner commerciali né le associazioni internazionali del trasporto aereo”, ha detto
Garillard. ”La nostra posizione è chiara: siamo contro gli
agenti armati a bordo degli aerei perché essi costituiscono una minaccia per la sicurezza dei passeggeri”, ha detto il
portavoce Iata.

News Correlate