lunedì, 19 Aprile 2021

Iata, nel 2004 il traffico tornerà a crescere

Si rimarrà, però, ancora sotto i livelli pre-11 settembre

Per il trasporto aereo il 2004 porterà un aumento del traffico del 7-8% anche se il numero dei passeggeri è ancora inferiore a quello precedente l’11 settembre. E’ quanto prevede la Iata che stima anche un miglioramento del dato globale 2003 che resta tuttavia negativo. Dopo il drammatico declino del traffico aereo di linea causato dalla Sars nel primo semestre dell’anno – afferma la Iata – i dati mensili hanno registrato crescita continua: i numeri internazionali generali relativi al traffico passeggeri per 2003, quindi, saranno soltanto 3 – 4% in meno rispetto al 2002.
”Per il 2004 prevediamo un ulteriore sviluppo, un 7 – 8% sul
traffico passeggeri, con l’Asia-Pacifico in testa”, ha
annunciato Giovanni Bisignani, Ceo e Direttore Generale di Iata. Non bisogna dimenticare, tuttavia, che il traffico passeggeri è ancora sotto i livelli antecedenti l’11 Settembre”. Il traffico di trasporto internazionale è andato bene durante il 2003, con un incremento del 5% circa.
”Il nostro obiettivo per il 2004 è trasformare questa
tendenza positiva in sviluppo continuo cercando di sostenere i bilanci di quest’industria oggi danneggiata. Gli aeroporti ed i servizi per il traffico aereo hanno un ruolo chiave. Molti – ha detto Bisignani – lo hanno capito ed hanno approntato misure forti per contenere i costi. Nel 2004 l’obiettivo è dunque migliorare l’efficienza dei servizi e ridurre i costi”. La Iata ricorda di aver stabilito in 900 milioni di dollari l’obiettivo globale di risparmio: un’area importante per tali risparmi è rappresentata dai fornitori di servizio di controllo del traffico aereo.

News Correlate