sabato, 27 Febbraio 2021

Il 16 ottobre torna Thermalia

La quattrodicesima edizione a Ischia fino al 18 ottobre

Quindicimila occupati divisi su 400 aziende e 185 località termali, con un giro d’affari di circa trecento milioni di euro. Sono alcune cifre del mercato turistico termale in Italia in vetrina ad Ischia da giovedì 16 ottobre fino a sabato 18, in occasione della quattordicesima edizione di Thermalia Italia”, la Borsa internazionale del turismo termale e del benessere. La manifestazione, realizzata sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, è promossa dall’assessorato al Turismo della Regione Campania con il supporto tecnico dell’Enit, la consulenza scientifica di Federterme, in collaborazione con l’Azienda di cura, soggiorno e turismo dell’isola d’Ischia, la Camera di commercio della provincia di Napoli, i Comuni, le associazioni di categoria, ed il coordinamento organizzativo dell’Ept di Napoli. Saranno presenti cento tour operator provenienti da diciassette paesi, tra i quali la Russia e il Giappone principali fruitori dell’offerta turistica termale del nostro paese, subito dopo la Germania. ”L’edizione 2003 di ‘Thermalia Italia’ – sottolinea Teresa Armato, assessore al Turismo della Regione Campania – rappresenta un ulteriore segnale dell’attenzione che stiamo dedicando al termalismo. ‘Thermalia Italia 2003’, rispetto al passato, darà più spazio a quella che è l’intera offerta turistica termale della Campania, dato che dopo la conclusione della Fiera vera e propria a Ischia è previsto un minitour di due giorni nelle altre principali località termali campane”. Armato ha inoltre evidenziato che, ”la fiera di quest’anno, poi, arriva in un momento caratterizzato da importanti novità,
per quel che riguarda l’impegno dell’Amministrazione regionale nel settore del termalismo: per esempio, la recente approvazione del Progetto Integrato ‘Filiera Termale’, destinato a potenziare e razionalizzare l’offerta termale della Campania, per proporla con maggior forza su un mercato internazionale del turismo che si fa, di giorno in giorno, sempre più competitivo. ‘Thermalia
Italia’ – ha concluso – dunque, servirà anche per fare un
necessario punto della situazione sui modi nei quali si sta
evolvendo un settore importante come quello del turismo
termale”.

News Correlate