venerdì, 23 Aprile 2021

Il 76% degli Italiani in vacanza sceglierà il BelPaese

Bocca, Federalberghi: “Rafforzare aeroporti e tagliare cuneo fiscale”

“Le prospettive per il quadrimeste estivo sono positive e il 76% degli italiani che andrà in vacanza sceglierà il nostro paese, mentre sul fronte delle presenze straniere, si assisterà al ritorno degli americani nelle città d’arte e dei tedeschi nei luoghi di balneazione”. Lo ha dichiarato Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi, secondo cui, comunque, per il turismo permangono ancora forti criticità legate alla crisi economica. “Se la manovra bis del Governo dovesse intaccare la capacità di spesa degli italiani – sottolinea Bocca – ne risentirebbe anche il turismo”. Altra questione quella del “cuneo fiscale che deve essere selettivo ma non discriminatorio. Selettivo non deve significare sì all’industria e no al terziario”. Tra le criticità del turismo nel Belpaese ci sono poi le infrastrutture e i trasporti. “Il periodo delle vacanze si assottiglia sempre più – ricorda – e la raggiungibilità dei luoghi diventa un elemento importante nella scelta delle destinazioni, occorre quindi rafforzare gli aeroporti”. Quanto ai prezzi, Bocca sottolinea che “non devono essere un facile strumento di accusa, in questi anni sono stati frenati e dobbiamo saper guardare alle tariffe applicate e non a quelle esposte”. Infine, per quanto riguarda il turismo balneare, il presidente di Federalberghi ha poi espresso apprezzamento per la scelta del Ministro Rutelli di prorogare a settembre le concessioni demaniali. “La proroga ha salvato la stagione e da tempo siamo convinti che occorra fare opportune differenziazioni tra i territori, distinguendo, ad esempio, tra le spiagge di Portofino e quelle della Puglia o della Calabria. Occorre inoltre – ha aggiunto – arrivare a fare una mappatura in Italia per capire anche chi paga e chi no, e poi insisteremo per arrivare a parametri precisi”.

News Correlate