sabato, 26 Settembre 2020

Il bagaglio arriva dopo 10 giorni, Alitalia condannata

Per il giudice di pace la compagnia deve risarcire anche i danni non patrimoniali

Dieci giorni di ritardo nella consegna del bagaglio da parte dell’Alitalia equivalgono a un danno da vacanza rovinata, e il risarcimento spetta alla compagnia aerea. Lo ha stabilito il Giudice di Pace di Trieste che ha condannato Alitalia a risarcire tre turiste del capoluogo giuliano. La notizia è stata diffusa dal Codacons del Friuli Venezia Giulia che ha appoggiato la causa. Le turiste sarebbero dovute partire dall’aeroporto di Ronchi dei Legionari con destinazione Fortaleza (Brasile), via Milano Malpensa. Il volo viene però cancellato e sostituito con il passaggio per Roma Fiumicino ma il bagaglio, secondo quanto assicura Alitalia, sarebbe stato consegnato direttamente a destinazione. All’arrivo in Brasile, però, delle valigie, nessuna traccia. Il bagaglio verrà consegnato dopo dieci giorni, a vacanze quasi terminate, e, con in più, il pagamento di 40 euro al tassista che aveva effettuato il loro trasporto in albergo. Nel frattempo, le turiste si erano dovute acquistare vestiti e generi per il soggiorno. Il Giudice di Pace di Trieste ha condannato l’Alitalia non solo al risarcimento delle ulteriori spese sostenute, ma anche dei danni non patrimoniali, per non avere potuto godere pienamente delle vacanze come occasione di svago e di riposo, quantificandoli in cento euro al giorno.

News Correlate