martedì, 22 Settembre 2020

Il Belpaese attira sempre più italiani

Fipe Confcommercio: 4 mln di presenze in più grazie anche ai prezzi bloccati

L’Italia torna ad essere il luogo privilegiato per le vacanze degli italiani che quest’anno sembrano preferire le nostre località balneari e le città d’arte. Secondo alcune stime della Fipe-Confcommercio, infatti, le nostre mete turistiche saranno quest’anno più affollate di connazionali che di stranieri, grazie anche al contributo dato dagli italiani che abitualmente passano le vacanze nelle seconde case, in abitazioni prese in affitto o di parenti e amici e che ‘pesano’ per un totale di almeno 600 milioni di giorni-presenza l’anno. A fine stagione, dicono le previsioni, l’economia che gira intorno alle vacanze estive potrà contare su un incremento di 860 mila arrivi, pari a 4 milioni di presenze aggiuntive e su 300 milioni di euro di domanda in più. Intanto, per quasi la metà degli operatori turistici, (il 46,3%), gli affari nei primi due mesi della stagione sono andati meglio dello scorso anno e ancora meglio andranno ad agosto e settembre. Complessivamente, nel quadrimestre giugno-settembre, a prescindere dalla modalità di vacanza scelta, il numero dei turisti moltiplicato per i giorni di permanenza, farà ammontare le presenze a 500 milioni. I mesi preferiti rimangono luglio e agosto e la spesa viene ben calibrata, nonostante i prezzi siano rimasti invariati, secondo quanto afferma il 73% degli esercenti. Si preferisce risparmiare su alberghi, pensioni, bungalow scelti dal 37,3% delle persone rispetto alle abitazioni private preferite dal 62,7%. Il resto della spesa viene destinato a divertimenti di vario genere, dai centri benessere alle gelaterie e stabilimenti balneari, ma si consuma anche in bar, ristoranti e pizzerie. In cima alle preferenze degli italiani c’é sempre il mare, soprattutto il tratto di costa dall’alto Adriatico alla Romagna, e le città d’arte.Meno richiesta, invece, la montagna.

News Correlate