lunedì, 21 Giugno 2021

Il divario infrastrutturale fra la Sicilia e il resto d’Italia

I risultati della ricerca saranno presentati domani a Palazzo delle Aquile dallo Studio Ambrosetti

La Sicilia presenta marcate contraddizioni economiche: ad esempio, a fronte di una popolazione residente pari all’8,78% del totale nazionale, e con un’elevata presenza di giovani, la regione contribuisce al Pil italiano solo per il 5,78%. Un differenziale che comporta un gap in termini di reddito pro-capite nei confronti della media nazionale che, affiancato a un divario in termini di dotazione infrastrutturale, rende lo sviluppo intrapreso dalla Sicilia più difficoltoso.
Sono questi alcuni dei dati che emergono da un importante lavoro di ricerca coordinato da Ambrosetti e che verrà presentato mercoledì 10 novembre durante il Forum, realizzato con il sostegno di Carrefour Italia e Ikea Italia, “Il ruolo delle infrastrutture nel mezzogiorno d’Italia: quali strategie per il vantaggio competitivo della regione Sicilia”.
Il Forum sarà ospitato a Palazzo delle Aquile (dalle ore 15.00 alle ore 17.30
Il progetto di ricerca realizzato da Ambrosetti con il contributo scientifico di Federico Pepe (presidente, Associazione studi e ricerche per il Mezzogiorno), Paolo Savona (economista, Scuola superiore pubblica amministrazione), Giacomo Vaciago (economista, università Cattolica del Sacro cuore) e Gianfranco Viesti (economista, università di Bari) e grazie alla partecipazione ad al sostegno di 3M Italia, Alenia Aeronautica, Bosch Italia, Carrefour Italia, Gruppo Falck e Ikea Italia.
La riunione, moderata da Roberto Napoletano (vice direttore, Il Sole-24 Ore), sarà suddivisa in due parti: la prima vedrà la presentazione del lavoro di Ricerca, a cura di Valerio De Molli (senior partner, Ambrosetti) e Paolo Savona; la seconda rappresenterà un momento di approfondimento e confronto con alcuni rappresentanti delle Istituzioni. Hanno dato conferma di partecipazione: Salvatore Cuffaro (presidente, Regione Sicilia), Gianfranco Miccichè (vice ministro, ministero dell’Economia e delle Finanze), Diego Cammarata (sindaco, Palermo), Fabio Granata (assessore al Turismo, alle Comunicazioni e ai Trasporti, Regione Sicilia) e Giuseppe Costanzo (presidente, Confindustria Sicilia).
Nell’ambito del Forum verrà inoltre consegnato un documento contenente gli esiti di un questionario compilato dai principali operatori economici siciliani in merito alla loro valutazione ed aspettativa sullo stato dello sviluppo infrastrutturale della Regione Sicilia.

News Correlate