sabato, 23 Ottobre 2021

Il Governo egiziano corre in soccorso dei Tour Operator

Previsto indennizzo per i voli charter diretti a Sharm el Sheikh

Il Governo egiziano si è reso disponibile nel sostenere le perdite dei voli charter in arrivo allo scalo di Sharm con un indenizzo diretto ai tour operator che operano circuiti nel Paese.
Il finanziamento che il Governo egiziano mette a disposizione dei t.o. corrisponde ad una somma fissa per posto a sedere stabilita in base alla capacità dell’aereomobile e alle ore di volo. Infatti tra le due e le quattro ore di volo il rimborso corrisponde a 1.155 lire egiziane per seggiolino, mentre oltre le quattro ore l’indennizzo sale a 1.545 lire egiziane.
La sovvenzione è prevista nel caso in cui i voli provenienti dall’estero (Gran Bretagna e Scandinavia escluse) abbiano un riempimento variabile dal 50 al 79%, mentre da Gran Bretagna e Scandinavia il tasso di occupazione valido per il rimborso deve essere compreso tra il 65 e il 94%.
La richiesta va inoltrata, entro sette giorni dalla data del volo, all’aereoporto di Sharm el Sheikh che provvederà a trasmetterla al ministero del Turismo al Cairo. L’operazione è valida fino al 31 agosto 2005.

News Correlate