venerdì, 23 Aprile 2021

Il Ministro Scajola invita a tornare in Egitto

Siglato accordo per investimenti, formazione turistica e cooperazione

I turisti possono andare in
Egitto ”sereni”, la stessa serenita’ con cui si va in tutto il
mondo, minacciato dal terrorismo. Lo ha detto ieri il ministro
italiano per le Attivita’ produttive Claudio Scajola, a
conclusione di una visita in Egitto.
L’Italia ha il numero maggiore di turisti in Egitto – lo
scorso anno oltre un milione – ma gli attentati di luglio a
Sharm el Sheikh sul Mar Rosso, in cui sono morte circa 70
persone fra cui sei italiani, hanno ridotto il flusso. C’e’ una
ripresa, ma ancora e’ solo il 60% rispetto alle cifre che erano
registrate in passato.
”Ho verificato l’alta guardia delle autorita’ egiziane”,
impegnate a combattere il terrorismo con ”misure molto forti”,
ha detto Scajola.
La visita e’ stata anche occasione per portare la
”vicinanza” del governo italiano dopo gli attentati, ed e’
stata ”molto apprezzata”, ha aggiunto il ministro.
Scajola ha firmato con il ministro egiziano per il Turismo
Ahmed el Maghrabi, un accordo per incoraggiare investimenti,
fare formazione nel settore turistico e dare assistenza in gravi
eventi che coinvolgano turisti.

News Correlate