domenica, 17 Gennaio 2021

Illustrata la proposta di legge di AN per il Ministero del Turismo

Il disegno di legge è stato presentato il 14 febbraio dall’on. Nino Strano

Si è svolta a Roma la Conferenza Nazionale del Turismo che AN ha organizzato sul tema “Turismo: risorsa primaria”, in occasione della quale è stata illustrata la Proposta di Legge, già presentata in Parlamento, che prevede la costituzione del Ministero per le politiche del turismo.
I rappresentanti delle principali categorie del mondo turistico nazionale hanno accolto favorevolmente l’iniziativa di AN, che mira a restituire un dicastero al settore. Il disegno di legge, presentato il 14 febbraio 2005 alla Camera dei Deputati su iniziativa dell’On. Nino Strano, responsabile dell’Ufficio per il Turismo di AN e di esponenti del partito, prevede l’istituzione di un Ministero che, come già accade in molti altri Paesi dell’Unione Europea, dovrebbe operare per conciliare al meglio le esigenze del sistema economico e produttivo con quelle storiche e culturali in materia di turismo: al Ministero spetterebbero competenze in materia di elaborazione di politiche e obiettivi per la promozione e lo sviluppo del sistema turistico nazionale, oltre che di preservazione del patrimonio storico, architettonico, culturale e paesaggistico dell’Italia.
Nel suo intervento alla conferenza, il Vice Presidente AN, Ignazio La Russa, tra i firmatari dell’iniziativa, ha assicurato il suo sostegno ed il concreto appoggio istituzionale all’iter parlamentare della proposta; disponibilità a lavorare sul progetto è stata espressa anche dal Vice Ministro delle Attività Produttive, Adolfo Urso e anche il Sottosegretario al Turismo, Roberto Cota, seppur con alcune riserve, ha espresso la sua volontà di collaborazione ad un progetto che preveda un maggior coordinamento per il settore turistico nazionale.
Approvazione per la nuova proposta di legge anche dai rappresentanti delle principali associazioni di categoria e dagli operatori del settore, tra cui la Fiavet, nella persona del Presidente Antonio Tozzi, e Federalberghi, che hanno ribadito dell’importanza di un Ministero apposito che costituisca una guida “centrale” per il turismo e riesca a rilanciare i consumi turistici del Paese; anche Federturismo, con il Presidente Costanzo Jannotti Pecci, ha condiviso lo spirito positivo dell’iniziativa, definendola “una provocazione, utile però a tenere alta l’attenzione sul comparto turistico”.
Alla conferenza sono intervenuti anche Nicola Bono, Sottosegretario ai Beni Culturali, Fabio Granata, Assessore al Turismo della Regione Sicilia, Luigi Ciaramelletti, Assessore al Turismo della Regione Lazio, e Amedeo Ottaviani, Presidente Enit.

News Correlate