martedì, 20 Aprile 2021

In un ex Abbazia il primo Wine Resort del Chianti

In primavera a Badia Coltibuono per un agriturismo di alto livello

Il primo wine resort del Chianti, un’ evoluzione verso l’ alto dell’agriturismo, sta nascendo nei locali di un’ abbazia del 1000, Badia a Coltibuono, dove dalla prossima primavera si potra’ dormire nelle antiche celle occupate una volta dai monaci in un ambiente ricco di storia e di tradizioni ed ora ristrutturate. L’iniziativa e’ di una delle piu’ antiche aziende vinicole toscane, Badia a Coltibuono, che (oltre ad aver realizzato il primo ristorante in fattoria in Toscana negli anni ’60) ed aperto le sue porte a corsi residenziali di cucina tenuti da Lorenza de’ Medici (ambasciatrice per oltre 20 anni della enogastromia toscana negli Usa), allarga la sua ospitalita’ ai viaggiatori che desiderano immergersi in un ‘turismo’ d’ altri tempi con ritmi lenti ed ormai quasi sconosciuti della vita di campagna. Badia a Coltibuono e’ nata nel 1800 ma prima, era l’ anno 1000, vi sorgeva l’ omonimo monastero, dal nome derivato dal latino Cultus Boni, ovvero della buona cultura. Poi divenne villa padronale e quindi sede dell’ azienda vinicola, ma sempre con grande attenzione verso la cultura con manifestazioni musicali, concerti di grandi ensemble, manifestazioni internazionali (nel 2003 famoso il raduno delle auto Bugatti con collezionisti da tutto il mondo). Illustrando la nuova realizzazione Emanuela Stucchi Prunetti ha pure confermato l’ impegno enologico di Badia a Coltibuono che resta il core business dell’ azienda, presentando due nuovi vini. Il Cultus Boni 2001, un Chianti classico innovativo che sottolinea l’ identita’ del territorio con il dominante sangiovese accompagnato da piccole percentuali di colorino, merlot e ciliegiolo, tutte uve in coltivazione biologica, ed il Chianti classico Badia a Coltibuono 2003, prima vendemmia con la certificazione Icea ”prodotto con uove biologiche”.

News Correlate