martedì, 30 Novembre 2021

Incontri ravvicinati con gli squali all’Acquario di Cattolica

Al Parco Le Navi è possibile immergersi con un attrezzatura “spaziale”

Incontri ravvicinati con gli squali nel Parco Le Navi, l’Acquario di Cattolica. I primi visitatori hanno potuto provare l’emozione di un ‘faccia a faccia’ con i 15 esemplari ospitati nell’enorme vasca, immergendosi senza bisogno di usare bombole e respiratori, ma indossando una speciale attrezzatura ‘spaziale’. E grande è stata la soddisfazione dei primi due ‘sorteggiati’, Antonio, un bancario 38enne di Modena e Greta, una studentessa quindicenne di Solarolo. L’esperienza è particolarmente interessante perché consente, con il corpo asciutto dentro una muta stagna e la testa in una sfera trasparente, di respirare tranquillamente e di parlare con i compagni di immersione e con il pubblico. In due turni (alle 12 e alle 18) i volontari possono scendere nella gabbia d’acciaio dentro la vasca, accompagnati da un biologo subacqueo il quale, attraverso un particolare sistema di rice-trasmissione, racconta in diretta il comportamento degli squali e risponde alle domande del pubblico. L’iniziativa rientra nella campagna lanciata dal ‘Club Squalo anch’io’ per sensibilizzare i visitatori contro il ‘finning’, cioè la pesca degli squali per prelevarne le pinne. Ogni anno nel mondo sono sterminati oltre 100 milioni di esemplari, in parte per soddisfare la richiesta di zuppa di pinne di pescecane, adorata dai cinesi. ‘Squalo anch’io’ propone anche una raccolta di fondi per sostenere il Centro educativo Avsi (Associazione volontari per il servizio internazionale) di Salvador Bahia (Brasile), dove ai ragazzi che non hanno alternative al finning viene insegnato il rispetto dell’ambiente e data la possibilità di imparare un lavoro. Si possono lasciare offerte negli ‘squaldanai’ dell’ Acquario o fare un versamento sul c/c postale n.39855697 intestato a ‘Operazione Squalo anch’io’.

News Correlate