mercoledì, 3 Marzo 2021

Indagine Federalberghi, vacanze estive per il 50,3 degli italiani

Cresce la domanda per i mesi di giugno e luglio, in forte calo settembre

24 milioni gli italiani (nel 2005 erano stati 23,7 milioni) che questa estate prevedibilmente faranno vacanze, pari cioè a circa il 50,3% della popolazione maggiorenne. Secondo l’indagine, svolta nell’ambito del programma “Check Turismo 2006”, varato dalla Federalberghi per tenere sotto stretto controllo l’andamento del mercato turistico, al momento gli indecisi sono il 5,5%, pari a circa 2,5 milioni di persone. Coloro che invece sicuramente non faranno alcun periodo di vacanza durante il quadrimestre estivo saranno quasi 21 milioni pari al 44,2%. Tra coloro che faranno sicuramente vacanze, cresce il numero di quelli che resteranno in Italia (il 76% rispetto al 72% del 2005). Si conferma così il dato dei connazionali che tendono a scegliere sempre più le mete italiane, meno costose, piuttosto che le destinazioni estere, sicuramente più care. Per quanto riguarda i mesi più gettonati cresce la domanda per i mesi di giugno (dal 6,8% al 7,2%) e luglio (dal 27,5% al 26,9% del 2005). Agosto, si conferma, comunque, il mese più affollato con il 51,1% dei vacanzieri (pari a 12,2 milioni di italiani maggiorenni) che sceglierà questo mese per recarsi al mare o in montagna. Settembre, infine, probabilmente a causa dello spostamento in molte Regioni dell’inizio dell’anno scolastico, sembra al momento il mese con il calo maggiore (7,2% rispetto al 9,5% del 2005). Per quanto riguarda la presenza degli stranieri in Italia, sembrano esserci i presupposti per un buon recupero degli statunitensi e dei giapponesi mentre dai Paesi dell’Est Europa cominciano a registrarsi indicatori sempre più positivi.

News Correlate