venerdì, 3 Dicembre 2021

Intesa raggiunta sulla cabina di regia per la promozione dell’Italia

Il braccio operativo sarà il nuovo Enit che coordinerà le proposte delle Regioni

Governo e Regioni hanno raggiunto l’intesa per allestire una ‘cabina di regia” da cui promuovere in
maniera coordinata l’immagine dell’Italia nel mondo. Fra l’altro
con un nuovo mega-sito internet dal nome piu’ chiaro e sintetico
che ci sia: www.italia.it.
L’intesa e’ stata messa a punto ad una Sessione straordinaria
della Conferenza delle Regioni e province autonome svoltasi giovedì in Abruzzo, a Francavilla al Mare (Chieti) alla presenza anche del ministro delle Attivita’ produttive, Claudio Scajola.
E’ stato lo stesso ministro ad annunciare questo ”buon
accordo” per la creazione del nuovo organismo in cui saranno
presenti ”ministeri, Regioni e categorie economiche
interessate”. La ”cabina di regia” agira’ attraverso un
proprio ”braccio operativo”: un Enit, l’Ente nazionale
Turismo, ‘riformato’ sulla base di un regolamento che Scajola si
augura venga approvato gia’ alla prima riunione del Comitato, in
”due-tre settimane” al massimo. Piu’ che di riforma, il
ministro ha preferito parlare di una ”costituzione dell’agenzia
Enit sul turismo che deve essere lo strumento operativo di
gestione degli indirizzi della politica del comitato” e che
”deve lavorare recependo le istanze che arrivano dal
territorio” senza dirigismi, ma con la funzione di ”momento di
coordinamento delle proposte che il territorio presenta”.
E qui si inserisce il ”Portale Nazionale del Turismo
www.italia.it” che, come ha sottolineato a Francavilla il
ministro per l’Innovazione e le tecnologie Lucio Stanca,
”rilancera’ in modo omogeneo nel mondo il marchio ‘Italia’ per
colmare il divario creatosi con gli altri Paesi che, avendo
recepito prima di noi l’importanza della Rete per orientare i
flussi turistici, hanno da tempo un portale turistico
nazionale” (ad esempio la Francia). Questa ”vetrina
digitale”, ha aggiunto, gia’ in corso di costruzione,
debuttera’ a fine ottobre oltre che in italiano anche in
inglese, francese e tedesco e per gennaio anche in cinese,
russo, giapponese e spagnolo.
La costruzione (del Comitato) e ristrutturazione (dell’Enit)
ha un costo che dovrebbe trovare copertura gia’ in questa legge
finanziaria: ”ho chiesto e credo di ottenere un impegno
straordinario per tre anni di 300 milioni di euro”, ha
assicurato Scajola sottolineando che in fase di stesura della
Finanziaria sara’ ”vigile” affinche’ questo ”tangibile
impegno economico per mettere in condizione il comitato
nazionale e la nuova agenzia dell’Enit di promuovere
efficacemente il sistema turistico dell’Italia nel mondo” non
venga decurtato.

News Correlate