martedì, 7 Dicembre 2021

Intitolato a Khomeini il nuovo aeroporto di Teheran

Investimenti per 475 mln di dollari e lavori avviati 30 anni fa

Un nuovo aeroporto internazionale per la capitale iraniana Teheran è stato aperto ieri, in occasione del venticinquesimo anniversario del ritorno dall’esilio in Francia dell’Imam Ruhollah Khomeini, fondatore della Repubblica islamica, al quale è intitolato. L’Imam Khomeini International Airport (Ikia), un progetto di 475 milioni di dollari avviato quasi 30 anni fa, sorge 45 km a sud di Teheran. A regime – oggi né stata inaugurata solo una parte – fungerà da ‘hub’ per il trasporto regionale e vi transiteranno 40 milioni di passeggeri l’anno. Il nuovo scalo è destinato a sostituire l’Aeroporto internazionale Mehrabad, più vicino alla capitale, che ha avuto nel 2003 circa 9 milioni di passeggeri. Il Terminal 1 sarà gestito dal consorzio
Tepe-Akfen-Vie (Tav), che raggruppa imprese turche e austriache. Lo stesso consorzio costruirà, presumibilmente entro due anni, il secondo Terminal aeroportuale, del costo stimato in 190 milioni di dollari.

News Correlate