sabato, 19 Giugno 2021

Isole Minori, tavolo di concertazione per le Isole Eolie

Il sottosegretario ai Beni Culturali e Ambientali Bono punta alla sinergia Stato-Regione-Eolie

Il sottosegretario ai Beni Culturalie Ambientali, Nicola Bono, nel corso della prima giornata della conferenza internazionale “Il fuoco tra l’aria e l’acqua – le isole vulcaniche nella scienza e nel mito – tutela e valorizzazione”, ha lanciato la sua proposta per permettere alle Isole Eolie di rimanere nella lista dei patrimoni dell’Umanità dell’Unesco “Un tavolo di concertazione tra Stato, Regione siciliana e amministrazioni locali eoliane. Un tavolo per un confronto aperto ma attento, su ciò che
deve essere fatto, in tempi rapidi, affinché il Piano Paesistico Territoriale dell’Arcipelago
delle Isole Eolie possa essere applicato, con le modifiche o le variazioni laddove saranno possibili. Il tutto per evitare la cancellazione delle Eolie dalla lista di patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Prima è però necessario porre fine al contenzioso, provocato dai ricorsi presentati al Tar di Catania, che a sua volta ha demandato il tutto alla Corte Costituzionale”. Il sindaco di Lipari, Mariano Bruno, che aveva ha escluso un eventuale passo indietro delle amministrazioni, che si sono opposte, così come risulta dal ricorso presentato al Tar di Catania, all’applicazione del Piano così come predisposto in origine dall’assessorato regionale, che non avrebbe tenuto in considerazione le proposte delle stesse amministrazioni, ribadendo la necessità di un coinvolgimento attivo per ciò che riguarda il futuro assetto territoriale e paesaggistico delle isole. “Occorre, quindi, secondo il primo cittadino, discutere tutte le motivazioni riconosciute dalla legge sulla pianificazione del territorio, ma apportare le modifiche necessarie che tengano conto di uno sviluppo sostenibile che coniughi turismo, cultura, bellezze naturali e lavoro”.

News Correlate