lunedì, 23 Novembre 2020

Istat, piu’ viaggi nel 2005

Confermata la tendenza a vacanze piu’ brevi e frequenti

Gli italiani, nel 2005, hanno viaggiato di piu’ (+9,1%, rispetto al 2004), trascorrendo anche piu’ notti fuori casa (+4,8%). Inoltre e’ stata confermata la tendenza degli ultimi anni che registra vacanze piu’ brevi e frequenti. Sono alcuni dei dati emersi dalle stime preliminari dell’Istat sui principali aggregati relativi alla domanda di turismo in Italia nel 2005. Le informazioni provengono dall’indagine campionaria “Viaggi e vacanze”, condotta trimestralmente a partire dal 1997.
Secondo l’Istat, quindi, nel corso del 2005 gli italiani hanno effettuato 107 milioni e 94mila viaggi (+9,1%), con 676 milioni e 246mila notti trascorse fuori casa (+4,8%). Nell’83,4% dei casi si e’ trattato di spostamenti sul territorio nazionale, con soggiorni trascorsi preferibilmente in alloggi privati (54,8% dei viaggi e 65,5% dei pernottamenti in Italia). Da segnalare, inoltre, il divario nella propensione al viaggio tra i residenti nel Centro-Nord e nel Mezzogiorno. A fronte di una media nazionale di 1,8 viaggi per persona, chi abita al Nord ha effettuato in media 2,3 viaggi (2,1 nel 2004), chi sta al Centro 2 (erano 1,8), mentre i residenti al Sud soltanto 1,2, sia nel 2005 che nel 2004. L’86% dei viaggi e’ stato effettuato per vacanza, mentre il restante 14% per motivi lavorativi.
Inoltre, si e’ rafforzata una tendenza in atto negli ultimi anni, che vede soggiorni sempre piu’ brevi, con una media di 6,7 notti. In aumento le vacanze con una durata di 1-3 notti (+13,1%), che rappresentano il 40,2% del totale dei viaggi.

News Correlate