giovedì, 2 Dicembre 2021

Kempinski, il Giardino di Costanza è pronto

Il 26 febbraio anteprima per la stampa, il 1° marzo l’apertura

il decimo resort al mondo della collezione Kempinski. Ma è anche il primo complesso ad aprire in Italia sotto le insegne della catena che vanta hotel superlusso in Europa, Medio Oriente, Africa, Sud America e Asia. Ed è uno dei 100 alberghi del silenzio nel pianeta. È il Kempinski Giardino di Costanza Resort & Spa, di Mazara del Vallo (Trapani). Il resort, 91 camere per un target di mercato alto, è il risultato di un investimento di 24 milioni realizzato dalla Mediterranea spa, una public company di 80 piccoli azionisti quasi tutti siciliani. Il progetto s’è giovato del sostegno di un pool di banche (Bnl, Bcc Toniolo, Mediocredito centrale, Bds, Antonveneta e Banca Nuova) e di risorse del patto territoriale Trapani sud e della 488/92. Il Kempinski Giardino di Costanza Resort & Spa aprirà i battenti il primo marzo sotto la direzione del general manager svizzero Xaver Stocker. Sono tedeschi i primi clienti attesi. La presentazione del resort, immerso in un parco con giochi d’acqua di 100 mila metri quadri e che dispone tra l’altro di una beauty farm tra le più grandi d’Europa (2.100 metri quadri), è fissata in anteprima per stampa e autorità, per sabato 26 alle 10,30. Per la Mediterranea sarà pure l’occasione per dare il via al progetto che impegnerà il gruppo siciliano nel prossimo triennio: la creazione del primo distretto turistico-industriale della Sicilia. Sorgerà nella Sicilia occidentale e metterà in moto un giro d’affari annuo di 60 milioni d’euro. Presenteranno il Kempinski Giardino di Costanza Resort & Spa, il presidente della Mediterranea, Giovanni Savalle, il president & chief executive officer della Kempinski Hotels & Resorts, Reto Wittwer e l’austriaca Daniela Steiner, fondatrice della Steiner Cosmetics, che gestirà il centro benessere con trattamenti basati sui prodotti tipici dell’Isola. Tra l’altro, s’avvarrà del sale marino di Trapani e di essenze di agrumi, olio d’oliva e mandorle. Il Kempinski siciliano ricade all’interno del Parco letterario Al Idrisi, costituito l’anno scorso dalla public company e dalla Fondazione Ippolito Nievo, di Roma. Il Parco intitolato al geografo arabo del tempo di Ruggero II, è il primo sorto in Italia coi caratteri della transnazionalità e orientato al dialogo interculturale e interreligioso. Valori su cui la Mediterranea afferma di fondare la propria strategia.

News Correlate