domenica, 29 Novembre 2020

Korean Air, traffico in crescita a maggio

Incremento del 5,5%, che tocca il 32% verso la Cina

Prosegue il trend positivo di Korean Air che a maggio conferma i brillanti risultati dei mesi precedenti ed aumenta del 5,5% il totale dei passeggeri trasportati.
Il punto di forza della compagnia rimane il traffico con la Cina – in particolare verso la destinazione Shangai – che segna un aumento del 32% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Ma Korean Air si è rafforzata anche verso Londra, Amsterdam e Zurigo in Europa, e – negli Stati Uniti – su Atlanta, Chicago e Washington.
Una certa contrazione del traffico si è registrata con il Giappone, mentre è rimasto sostanzialmente stabile il movimento da e per l’Australia.
Questi dati confermano – come ha affermato il Presidente della Compagnia, Jong Hee Lee – la posizione e il ruolo strategico che la Corea e la sua Compagnia aerea di bandiera occupano nello scacchiere economico e sociale del continente asiatico.
La massiccia e crescente esportazione di beni prodotti in Corea emerge anche dall’aumento del trasporto merci che, nel mese di maggio, è aumentato del 4,7%, con punte di maggiore incremento verso le aree industriali cinesi di Guangzhou, Hangzhou e Shangai. Gli altri principali mercati di traffico delle merci coreane sono risultati in questo mese Amsterdam, Francoforte e, in forte espansione, l’India. Complessivamente, nei primi 5 mesi dell’anno Korean Air – con la sua flotta di 113 velivoli e circa 400 voli giornalieri verso un network intercontinentale di 92 città – ha trasportato 8,71 milioni di passeggeri con una diminuzione del 4,7% che, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, sconta l’andamento dei primi 2 mesi dell’anno, la diminuzione del traffico domestico e del rapporto di scambio con il Giappone; mentre è sensibilmnte migliore il bilancio del settore cargo con 800.340 tonnellate di merci trasportate e un minimo calo dell’1,3% sul medesimo periodo del 2004.

News Correlate