sabato, 26 Settembre 2020

La Coppa del Mondo di bouldering al Mart

Collocazione ancora più spettacolare per la tappa roveretana

Una nuova parete, un insieme di quattro strutture a forma di lettera, studiate appositamente da Renzo Vettori, per poter essere arrampicate in modo spettacolare, attende gli atleti che dal 12 al 14 settembre si sfideranno nella tappa roveretana della World Cup Bouldering. Blocchi da competizione assolutamente originali, nati da un connubio tra estetica e difficoltà tecnica ed atletica, dove gli ottanta migliori arrampicatori del mondo in campo maschile e femminile si confronteranno in due competizioni. I problemi da risolvere saranno disposti sulle facce di quattro lettere dell’alfabeto: M, A, R e T, lettere che vanno a comporre il nome della struttura dove avrà luogo la competizione, l’avveniristica cupola di cristallo del Mart, il Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto. Una piazza a forma circolare e delimitata dalle mura tondeggianti del polo museale. Una collocazione allo stesso tempo spettacolare e funzionale, per gli atleti – tra di loro l’italiano Cristian Core attualmente in testa alla classifica – impegnati in nuovi movimenti e fantasie sospesi nel vuoto e per gli spettatori, ogni anno più numerosi ed attenti.
Le semifinali si svolgeranno venerdì 12 settembre (alle 13 quelle femminili e alle 18.30 quelle maschili), le finali sabato a partire dalle ore 17. Domenica, con inizio alle ore 16, è in programma una gara amatoriale di arrampicata aperta a tutti con tracciati a sorpresa.

News Correlate