venerdì, 3 Febbraio 2023

La Farnesina invita i turisti a consultare il sito

L’unità di crisi fornisce ogni tipo di informazione per la sicurezza

Partire per un viaggio, sia per motivi di lavoro che per piacere, in un Paese straniero sapendo tutto quello che può servire, dalla sicurezza (microcriminalità, rivoluzioni, guerre, conflitti etnici o religiosi), alla situazione sanitaria (profilassi, epidemie) alle problematiche socio-religiose e usanze locali, al funzionamento del cellulare.
Questo è possibile: basta collegarsi al sito www.viaggiaresicuri.mae.aci.it realizzato nel 1998 dal Ministero degli esteri in collaborazione con l’Aci. A consigliare gli italiani in partenza per l’estero a collegarsi a questo sito è stato oggi il capo dell’Unità di Crisi della Farnesina Alessandro Cevese che ha illustrato il bilancio della struttura da lui diretta in una conferenza stampa alla presenza di Paolo Diamante responsabile del progetto per l’Aci.
Lo scorso anno sono stati più di un milione (115% in più rispetto al 2002) gli italiani che hanno deciso di partire informati e si sono collegati al sito o hanno chiamato il call-center di ‘viaggiare sicuri’ (06491115, oltre 24 mila le telefonate) per avere informazioni dettagliate sul Paese di destinazione.
Marzo e luglio sono stati i mesi più cliccati; l’ Egitto (oltre 37.000) il Paese più richiesto, seguito da Spagna, Stati Uniti, Messico e Croazia. La classifica è, ovviamente, molto condizionata dalle notizie di cronaca: non a caso, lo scorso mese di gennaio vede al primo posto la Thailandia.
”La netta crescita di contatti è un segnale importante – ha detto Cevese – che ha sottolineato l’ importanza dell’attenzione verso un turismo informato e responsabile”.
”Sito e call-center sono basilari per chiunque voglia viaggiare, in Austria come in Polinesia – ha detto Diamante,- perché forniscono per quasi 220 Paesi del mondo informazioni costantemente aggiornate su sicurezza, situazione sanitaria,usanze locali, ricettività, normativa, viabilità, valuta e quant’altro possa servire”. Sotto la lente, la situazione in Africa, Asia, Americhe, Oceania ed Europa.
Le informazioni si possono comunque ottenere anche attraverso una centrale operativa telefonica, al numerO 06-491115.
Numerosi gli inviti ad evitare partenze, se non strettamente necessarie, in molti paesi: da quelli protagonisti negli ultimi mesi di tensioni e crisi, come Iraq e Afghanistan, ad altri meno al centro delle recenti cronache.

News Correlate