martedì, 22 Settembre 2020

La Fiba presenta la sua ipotesi di gettito sui canoni demaniali

La federazione chiede al Ministro regole chiare contro l’abusivismo

La Fiba, la Federazione italiana delle imprese balneari, aderente a Confesercenti, ha presentato una propria ipotesi di gettito da canoni demaniali marittimi al ministero delle Infrastrutture e Trasporti, competente in materia. La proposta che prevede da una parte un aumento che la Fiba
definisce ‘sostenibile’ dei canoni demaniali marittimi,
dall’altra la regolarizzazione di tutte quelle aree e di tutte quelle strutture occupate, le prime, e realizzate, le seconde, in totale irregolarità. ”Un fenomeno, purtroppo – osserva il presidente della Fiba, Renato Papagni – molto diffuso nel nostro Paese, specialmente al sud. Noi vogliamo la regolarità sulle nostre spiagge: basta con gli abusivismi, basta con le occupazioni irregolari, basta con le strutture che vanno ben al di là di ogni legalità. La nostra proposta ha ricevuto dal Prefetto Gelati e dai suoi collaboratori solo parole encomiabili. Tramite il Capo di Gabinetto è giunto anche l’apprezzamento da parte del ministro Lunardi nei confronti di un lavoro che è sicuramente il risultato dell’impegno e dell’esperienza di veri imprenditori. L’incontro di mercoledì scorso – conclude Papagni – ci fa ben
sperare. Tutto fa supporre che portando avanti il dialogo e la collaborazione sia con il Ministero delle Infrastrutture e
Trasporti che con il Ministero delle Finanze riusciremo ad
arrivare alla scadenza del 30 giugno con una soluzione che
soddisfi tutti quanti. Spero che la nostra proposta di gettito da canoni demaniali marittimi possa trovare l’accordo anche di tutte le altre associazioni di categoria presenti sul territorio nazionale”.

News Correlate