lunedì, 8 Marzo 2021

La Regione Sardegna proroga le convenzioni con Meridiana e Air One

Le due compagnie hanno rinunciato al rimborso degli oneri di servizio

Sono state prorogate per il 2004 le convenzioni di Meridiana e Airone nei collegamenti aerei a tariffe agevolate tra la Sardegna e la penisola in applicazione della legge sulla continuità territoriale. Rispetto al primo biennio di applicazione della normativa, le due compagnie hanno
rinunciato al rimborso degli oneri di servizio pubblico previsti dalla legge. Per la tratta Cagliari-Roma, dopo la rinuncia di Alitalia, si attende la decisione dell’ Enac che proprio in queste ore sta esaminando le offerte di Volare, Meridiana e Airone. L’ accordo è stato preso nel corso dell’ incontro che si è svolto martedì a Roma, nel Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, alla presenza di una delegazione sarda guidata dall’ assessore regionale dei Trasporti Salvatore Amadu. E’ stata stabilita la proroga per il prossimo anno delle convenzioni con Meridiana e Airone, che nei giorni scorsi avevano annunciato di essere pronte a proseguire il servizio, rinunciando ai contributi pubblici. La compagnia che fa capo all’ Aga Khan continuerà a collegare Olbia con gli aeroporti di Roma e Milano, mentre Airone mantiene le tratte da Alghero per Roma e Milano e da Cagliari per Milano. Resta solo da assegnare, dunque, il collegamento tra il capoluogo sardo e la capitale, dopo la rinuncia di Alitalia a proseguire il servizio senza i contributi pubblici. Sono tre le domande presentate all’ Enac (Volare, Meridiana e Airone) anche se sembrerebbe che uno dei vettori (Volare) avrebbe posto come condizione la partecipazione anche alle altre tratte. I nuovi accordi tra l’ Enac e le compagnie aeree verranno firmati entro 48 ore. Verrano rispettati gli attuali oneri contenuti nella convezione già firmata a suo tempo da Alitalia, compresa la salvaguardia dei posti di lavoro in Sardegna. Soddisfazione per l’ esito dell’ incontro di Roma è stata espressa dall’ assessore Amadu. ”Una conclusione positiva, così come avevamo chiesto da diverso tempo, propedeutica alla preparazione di un nuovo bando che prevederà in futuro l’ ampliamento delle tratte previste dalla legge. E nonostante le preoccupazioni e gli allarmi lanciati due anni fa quando fu introdotta la continuità territoriale – ha concluso l’assessore Amadu – non solo non si sono persi posti di lavoro, ma l’ occupazione è aumentata”.

News Correlate