domenica, 20 Giugno 2021

Le associazioni dei consumatori bocciano Alitalia

Lamentano “responsabilità oggettive” e vogliono sedersi al tavolo delle trattative

Alitalia ha ”responsabilità oggettive” per la grave situazione determinatasi in questi giorni negli aeroporti nazionali e ”i vertici della compagnia di bandiera dovrebbero dare una spiegazione gestionale”. E’ quanto sostengono Adoc e Federconsumatori le quali aggiungono a tutto ciò, ”le assenze del Governo che fino ad oggi ha del tutto ignorato il problema delle tariffe e la conflittualità tra lavoratori e azienda in un delicato momento per il turismo italiano ed internazionale”. I disagi subiti dai passeggeri in questi giorni, coincidono affermano ancora in una nota le due associazioni dei consumatori – con la scelta di Alitalia di diminuire la qualità del servizio a bordo, abbassare le percentuali fino ad oggi garantite alle agenzie di viaggio sui biglietti venduti (e quindi con la conseguente commissione di 5 e 10 euro creata dalle stesse agenzie per rientrare dei minori introiti, che i viaggiatori devono pagare), aggiungendosi a tariffe già tra le più alte d’ Europa. Adoc e Federconsumatori auspicano per l’ incontro di oggi al ministero delle Infrastrutture, ”una risoluzione a questi problemi non contingente e parziale ma definitiva ed estesa a tutte le situazioni elencate” e chiedono di poter essere ammesse ai successivi incontri per far valere le ragioni dei viaggiatori, finora i più penalizzati da questa vicenda. ‘Non vorremmo – concludono Adoc e Federconsumatori – che invece di veder attuate misure straordinarie, il Governo, come accaduto fino ad oggi, non riesca a realizzare neanche quelle ordinarie”.

News Correlate