venerdì, 22 Ottobre 2021

Legambiente, Granata revochi l’appalto alla Federico II

Forti critiche sulla gestione dei servizi aggiuntivi dei musei palermitani

“L’Assessore regionale ai Beni Culturali deve revocare l’appalto all’Ati Federico II, l’associazione temporanea d’imprese che riunisce alcune ditte siciliane di tutti i settori, dalla ristorazione alle ceramiche. Ormai sta diventando una farsa. I turisti che giungono a Palermo anche quest’anno, a dieci anni dalla legge Ronchey, non potranno avere quei servizi aggiuntivi nei musei, (caffetterie, librerie, servizi di guida) che in altre parti d’Italia sono una splendida realtà”. Così Gianfranco Zanna responsabile del dipartimento Beni Culturali di Legambiente Sicilia. “Visto il flop registrato anche quest’anno nella gestione di questi servizi che secondo l’assessore Granata dovevano invece rappresentare il primo passo di un rapporto virtuoso con i privati nella gestione dei beni culturali – aggiunge Zanna – chiediamo la revoca dell’appalto. La revoca è condizione necessaria per fare finalmente decollare i servizi all’interno dei nostri musei e nei nostri beni culturali secondo un ben più alto livello d’efficienza fin qui assicurato. Del resto non sembrano esserci altre strade visto che la gestione scandalosa e incompetente dell’appalto della Federico II sta mettendo in ridicolo l’intera amministrazione e gli obiettivi che l’assessore Granata si proponeva”.

News Correlate