lunedì, 30 Gennaio 2023

Lufthansa si appella a Bruxelles contro gli aiuti di Stato ad Alitalia

Sulla stessa strada British Airways, che ha interessato il Governo

Lufthansa è intenzionata ad appellarsi a Bruxelles per gli aiuti di stato concessi dal governo italiano all’Alitalia. Lo hanno dichiarato fonti ufficiali della compagnia di bandiera. ”Ci appelliamo alla Commissione europea, affinché continui a fare applicare le norme vigenti contro gli aiuti di stato e proceda in maniera decisa contro quegli aiuti che contravvengono o aggirano queste norme”. All’iniziativa si è associata anche British Airways, il cui numero uno, Rod Eddington, in una lettera al ministro dei trasporti britannico, Alistair Darling, a cui chiede di intervenire presso la Commissione, ha scritto: ”Dobbiamo agire adesso, poiché il passato ha dimostrato che il danno sorge con la concessione degli aiuti di stato, a prescindere dal fatto che vengano restituiti o meno”. Ulteriori sovvenzioni pubbliche per l’Alitalia, che già nel 1997 ricevette dallo stato 1,4 miliardi di euro, secondo Eddington avrebbero ”conseguenze gravose” per British Airways. Il danno a British Airways,
secondo Eddington, deriverebbe soprattutto dagli stretti legami dell’Alitalia con Klm e Air France, visto che le ultime due si
stanno fondendo per dare vita alla principale compagnia aerea
d’Europa. Per Lufthansa, ha aggiunto un portavoce, ”in qualità di azienda privata orientata alla concorrenza, la lealtà nella competizione di mercato rappresenta un presupposto fondamentale. Ciò è, del resto, scontato nell’attuale situazione di mercato”. A seguito della crisi del settore aereo scatenata dagli attacchi terroristici dell’11 settembre del 2001, la compagnia britannica ha dovuto tagliare 13.000 posti di lavoro. Anche Lufthansa ha presentato un duro programma di ristrutturazione che prevede oltre 2.000 esuberi e risparmi per 1,2 miliardi di euro entro la fine dell’anno prossimo .

News Correlate