mercoledì, 27 Ottobre 2021

Lufthansa, via libera di Bruxelles all’acquisizione di Swiss

Ora, però, dovranno cedere slot e fare concessioni

La Commissione Ue ha autorizzato l’acquisizione della compagnia aerea svizzera Swiss
International da parte della compagnia tedesca Lufthansa.
L’autorizzazione – precisa una nota dell’esecutivo – ”e’
stata accordata sotto riserva che le parti restituiscano degli
slots nell’aeroporto di Zurigo e Francoforte e che facciano
altre concessioni”.
Swiss e Lufthansa si sono impegnate a rispettare le
condizioni e pertanto ”la Commissione ha considerato che
l’operazione non e’ un intralcio significativo ad una reale
concorrenza” nel settore aereo europeo. La compagnia tedesca paghera’
oltre 265 milioni di euro per la quota di maggioranza di Swiss
in mano al governo svizzero e 45 milioni di euro per gli
investitori singoli. In tutto, l’esborso sara’ superiore a 310
milioni di euro.
”Il consolidamento nel settore aereo in Europa e’ una buona
cosa, ma questo non deve mai portare ad un aumento dei prezzi o
ad una riduzione dei passeggeri”, ha dichiarato Neelie Kroes,
commissaria alla concorrenza. ”Gli impegni presi da Lufthansa
garantiscono che le altre compagnie aeree potranno proporre
nuovi servizi in concorrenza con la nuova impresa”.
Il 20 maggio scorso Lufthansa e Swiss air hanno concluso un
accordo per l’acquisizione del controllo esclusivo della
compagnia svizzera da parte di quella tedesca.
Lufthansa e’ la piu’ grande compagnia aerea tedesca e fa parte
del gruppo di compagnie aeree Star Alliance. Swiss e’ stata
creata nel 2002 sulla base del vettore regionale Crossair; e’ la
principale compagnia aerea svizzera.
Le parti si sono impegnate a restituire slots negli aeroporti
di Zurigo, Francoforte, Monaco, Dusseldorf, Berlino, Vienna,
Stoccolma e Copenaghen. Questa decisione – commenta la nota
della Commissione – permettera’ alle compagnie concorrenti di
offrire fino a 41 voli di andata e ritorno al giorno su numerose
tratte europee, tra cui Zurigo e Francoforte, e su collegamenti
internazionali, in particolare verso gli Usa, l’Africa del sud e
la Thailandia.

News Correlate