domenica, 7 Marzo 2021

«Magnalonga», una passeggiata per ghiottoni

In Vallagarina torna la maratona del gusto fra giochi, musica e sapori

Sono cinque chilometri a piedi fra i vigneti e i castelli di Calliano e Besenello; invece che assaggiare la polvere, come fanno i veri maratoneti, qui si assaggia ogni ben di dio. È la «Magnalonga», l’ormai celebre festa del cibo che ogni anno allieta il finire dell’estate lagarino. Siamo ormai all’ottava edizione e la folla degli aficionados diventa sempre più imponente. Tutti pronti, dunque, domenica 7 settembre, ad affrontare il tour de force più gustoso che ci sia: alla partenza “Beca de patate”, innaffiata da buon Chardonnay. Rotolo di spinaci è la tappa numero due. Si prosegue fra Gulasch, formaggi stagionati, frutta e gelati. Grappino finale, naturalmente…Il percorso – immerso nella natura – attraversa i più belli scorci della zona: si parte dal Parco Urbano di Besenello alle 10 del mattino, si passa da Castel Pietra, sotto la Cascata del Zambel (23 metri di zampilli che formano un laghetto), per l’antico borgo di Masera. Folclore, gastronomia e turismo si passano il testimone in questa manifestazione che è ormai un appuntamento fisso per molti.
L’iscrizione costa 18 euro per gli adulti e 10 per i bambini. Le partenze sono scaglionate, i gruppi (composti da un centinaio di persone) partono a una distanza di dieci minuti l’uno dall’altro. Una curiosità: quest’anno, oltre agli artisti, gli artigiani, i musicisti e i giochi medievali, ad allietare la marcia ci sarà anche un inno coniato apposta per la manifestazione.
Info: 0464 387111

News Correlate