lunedì, 25 Gennaio 2021

Mediterraneo, cemento nella meta’ delle coste

Previsione per il 2025 di un dossier delle Nazioni Unite

Se i Paesi del Mediterraneo non cambiano radicalmente i propri comportamenti, meta’ delle coste saranno invase dal cemento. E’ l’allarme lanciato dall’Unep, il programma ambientale delle Nazioni Unite, attraverso l’apposita sezione Map (Mediterranean action plan). L’organizzazione ha infatti realizzato un dossier, il Blue Plan, che analizza lo stato di salute ambientale delle coste mediterranee. “Attualmente – spiega il Blue Plan – il cemento sottrae alla natura il 40% dei litorali, dove vive il 7% di tutte le specie marine mondiali. Ma questa cifra e’ destinata a crescere: entro il 2025 oltre il 50% delle coste sara’ cementificato”. La causa di questo processo va rintracciata nella pressione demografica, che nelle coste cresce annualmente dell’1%. “E’ facile immaginare – afferma il dossier – che la popolazione che abita le citta’ costiere raggiunga la cifra di 90 milioni di abitanti entro il 2025, rispetto ai 70 milioni registrati nel 2000”.

News Correlate