martedì, 30 Novembre 2021

Moby: crescono i ricavi, ma il fatturato resta stabile

In fase di studio l’acquisizione della divisione navale delle Ferrovie

Moby, la compagnia di trasporto marittimo di Vincenzo Onorato, ha chiuso il 2003 con un utile di 8,1 milioni di euro (+0,9% rispetto al 2002) e ricavi in crescita del 5,7% a 120,7 milioni di euro. Ne dà notizia un comunicato, secondo cui l’utile sconta oneri straordinari netti per 0,7 milioni di euro e, secondo la compagnia ”è il più elevato del mercato di riferimento”. L’Ebitda (margine operativo lordo) è salito del 6,9% a 31,6 milioni di euro ”pur in presenza di un notevole aggravio dei costi del personale legato alla nuova normativa sugli sgravi contributivi”.
Ancora ”in fase di studio” la possibile acquisizione della divisione navigazione delle Ferrovie, mentre la società ”rimane aperta” a possibili nuove acquisizioni anche se per ora ”non vi sono candidati”. Nel 2003 inoltre sono risultati in calo gli oneri finanziari netti, scesi a 8,1 milioni grazie all’utilizzo del cash flow per ridurre l’esposizione media nei confronti degli istituti di credito. Il patrimonio netto dell’azienda è invece pari ha 67,9
milioni di euro, con un rapporto fra indebitamento finanziario e patrimonio netto di 2 ”un valore molto basso per una società del settore cabotaggio e inferiore rispetto ai principali attori del mercato di riferimento”. Il cda ha proposto la distribuzione ai soci di un dividendo di 8,8 euro per azione, in
crescita rispetto ai 3,3 del 2002.

News Correlate