lunedì, 19 Aprile 2021

Multe per i souvenir esotici

A Fiumicino la campagna di sensibilizzazione contro il traffico illegale di piante e animali

Torna a Fiumicino, in vista della stagione estiva, la campagna di sensibilizzazione contro il traffico
illegale di animali e piante. In Italia, infatti, le sanzioni per il turista che porta al suo rientro particolari souvenir dalle vacanze esotiche come il portachiavi di corallo o il pettine di tartaruga, arrivano fino a 9.500 euro ed esiste anche il rischio di un procedimento penale. La campagna vuole informare i turisti sui comportamenti da adottare quando si recano in luoghi esotici, dai quali spesso
tornano con souvenir come oggetti artigianali in avorio, legno, pelli di animali, conchiglie, coralli, piante, la cui importazione, però, è severamente regolamentata dalla Cites, ovvero la Convention on International Trade in Endangered Species of wild fauna and flora, che bandisce il commercio
internazionale di oltre 800 specie di animali e piante e il controllo di altre 30.000. Nell’aeroporto, inoltre, è stato allestito, nella sala partenze internazionali, anche uno spazio espositivo permanente con teche contenenti tutti i souvenir sequestrati ai turisti.

News Correlate