mercoledì, 23 Settembre 2020

Musotto a Roma per dire sì al Ponte sullo Stretto

“Opera necessaria, ma servono altri investimenti anche sulla rete stradale e ferroviaria”

“Il Governo Prodi, sin da quando si è insediato, afferma che non ci sono soldi per la Sicilia e il Mezzogiorno. Dal primo giorno i vari ministri si sono affrettati a ‘smontare’ pezzo dopo pezzo il quadro di investimenti previsto per la nostra Isola. E’ una provocazione inaccettabile, è il momento di dire basta e di spazzare i tanti e equivoci sul Ponte sullo Stretto. Quest’opera è necessaria ed anche possibile, come è stato possibile realizzarne in Danimarca o in Giappone, nazioni dall’alta coscienza ambientale e dall’elevato rischio sismico. Il Ponte non sottrae risorse alla Sicilia ma anzi rende necessari gli altri investimenti sulla rete stradale e ferroviaria”. Lo ha dichiarato il presidente della Provincia di Palermo, Francesco Musotto, a proposito della sua partecipazione alla manifestazione di domani a Roma organizzata dal Movimento per l’Autonomia. “Su quasi 1400 chilometri di ferrovie solo 759 sono elettrificate e 123 a doppio binario, tutto il meridione della Sicilia ha urgente bisogno di strade più sicure e più moderne. Queste carenze sarebbero un buon motivo per non realizzare neanche il Ponte? La verità – ha concluso Musotto – è che quest’opera non è fra le priorità del Governo di centrosinistra semplicemente perché non lo è l’intero Mezzogiorno e le sue esigenze”.

News Correlate