martedì, 20 Aprile 2021

Musotto chiede più attenzione per le isole nel Bilancio Ue 2007-2013

L’insularità può trasformarsi in vantaggio concretizzando il concetto di coesione territoriale

“Quasi dieci milioni di cittadini europei vivono nelle 284 isole dell’Unione e di questi sette milioni abitano in Sicilia e Sardegna, le isole europee più importanti con Baleari, Creta e Corsica. Sono aree dove lo sviluppo economico è condizionato fortemente dall’isolamento, dai costi aggiuntivi che questo comporta per ogni genere di attività”. Lo ha sottolineato il presidente della Provincia ed europarlamentare, Francesco Musotto, intervenendo oggi alla riunione plenaria del Parlamento Europeo convocata a Strasburgo e dedicata al ruolo della “coesione territoriale” nello sviluppo regionale.
“L’insularità – ha affermato Musotto – può trasformarsi da handicap in vantaggio se nel Bilancio Ue 2007-2013 si darà maggiore importanza al concetto di coesione territoriale. In parole povere se si destineranno risorse appropriate per l’ammodernamento e il miglioramento delle reti di trasporto, di telecomunicazione, di produzione di energia delle isole dell’Unione, in particolare di Sicilia e Sardegna. In tal modo si aprirà la strada a nuove possibilità di sviluppo per quel grande patrimonio culturale e turistico che sono le isole europee”.

News Correlate