lunedì, 28 Settembre 2020

Natale a Caltagirone fra arte, cultura e solidarietà

Mostre, concerti, spettacoli e tradizioni al centro della festa

Arte, cultura, ma anche solidarietà. Il “Natale a Caltagirone” è questo ed altro ancora. I concerti, le mostre, i musei, i presepi, gli spettacoli e le tradizioni del “Natale a Caltagirone” sono stati al centro della conferenza stampa svoltasi al Municipio, presenti il sindaco Francesco Pignataro, l’assessore al Turismo e vicesindaco Alessandra Foti e gli assessori Cristina Navarra (Servizi sociali) e Vincenzo Di Stefano (Politiche ambientali).
“Anche quest’anno – ha detto il sindaco Pignataro – puntiamo molto sul grande appeal dei presepi (ce ne sono di tutti i tipi e di grande qualità artistica), ma pure su altre manifestazioni di grande richiamo. Contiamo di confermare le 100 mila presenze del Natale 2002 e il grande flusso di adesso, con 4/5 mila persone (soprattutto scolaresche) al giorno, è per noi motivo di fiducia”.
Il vicesindaco Foti ha ringraziato “Banca Intesa”, gli altri sponsor ed i commercianti che hanno dato il loro contributo e si è soffermata sui principali eventi, dalla “Truvatura” (20 e 21 dicembre nel centro storico), a “Intorno al Natale” (22 dicembre e 2 gennaio con partenza da Largo San Giacomo), a “I colori del Natale” e “Il circo più piccolo del mondo” (25 e 26 dicembre in piazza Municipio e nel Palazzo municipale ), al “Presepe barocco vivente” (a Palazzo Libertini il 26, 27 e 28 dicembre, 3, 4, 5 e 6 gennaio , alla “Fiera dei sapori” (il 28 dicembre a Santo Pietro), sino alla “Carovana dei Magi” (6 gennaio), senza trascurare gli altri. Riflettori puntati anche sugli allestimenti, “che abbiamo distribuito in tutta la città”.
L’assessore Di Stefano ha ricordato le iniziative promosse “per rendere la città sempre più pulita ed accogliente, e ancor di più a Natale”, soffermandosi su alcuni degli addobbi allestiti per dare a Caltagirone il giusto tocco natalizio, primo fra tutti l’addobbo floreale sulla Scala di Santa Maria del Monte, “realizzato con l’impiego di oltre 2500 piante”.
L’assessore Navarra ha riferito sulle attività legate alla solidarietà, come “la promozione dell’affido familiare, l’organizzazione (dal 23 dicembre) di una mostra mercato con i lavori di associazioni e cooperative sociali e la realizzazione di un calendario con le foto relative ai lavori degli utenti diversabili delle cooperative sociali”.

News Correlate