martedì, 20 Aprile 2021

Nel 2003 boom delle vacanze sulla neve

Rispetto al 2002 potrebbero esserci 2 Mln di sciatori in più

L’inverno del 2003 potrebbe registrare un record di vacanze sulla neve. Secondo un’indagine dell’Istituto Cirm, 5,3 milioni di italiani avrebbero intenzione nei prossimi mesi di fare almeno un weekend sulla neve, contro i 3,2 dello scorso anno e 4,5 prevedono di godersi un’intera settimana bianca, rispetto ai 2,7 dello scorso anno. L’ indagine è stata eseguita dal 3 al 5 novembre 2003 su un campione di 1.423 intervistati rappresentativo di oltre 47 milioni di persone dell’intera popolazione e i dati sono stati forniti per l’apertura di Host, il Salone dell’ospitalità professionale, aperto in Fiera fino al 18 novembre. Secondo l’inchiesta, grazie alle condizioni meteorologiche che hanno consentito una apertura anticipata della stagione sciistica, c’è la tendenza a partire per i weekend sulla neve già da questo fine settimana. Il 95% circa ha dichiarato di preferire destinazioni italiane, mentre il restante 5% intende trascorrere questi soggiorni fuori confine. Il 36% degli
intervistati opterebbe per un soggiorno in albergo. Gli altri: un appartamento in affitto (16%), la casa di parenti o amici (15%) e la casa di proprietà (14%). Ma, vacanze sulla neve a parte, secondo il presidente della Federalberghi-Confturismo, Bernabò Bocca, ”per il secondo anno consecutivo il sistema turistico italiano registrerà una flessione”. ”Ma ora più che mai – ha aggiunto – i primi segnali di ripresa si cominciano a vedere all’orizzonte”. ”Il 2003 chiuderà con circa l’1% in meno di pernottamenti alberghieri rispetto al 2002, determinato da un +2% di italiani ed un -4,4% di stranieri – ha detto Bocca – Tra la componente estera le flessioni maggiori, nel periodo giugno-ottobre, sono state registrate da tedeschi (-2,9%), inglesi (-4,4%), statunitensi (-2%), francesi (-1,8%) e giapponesi (-3,7%). In controtendenza solo gli austriaci che hanno fatto segnare un
+3,3% di pernottamenti”. Un ultimo dato, di fonte Inail, si riferisce alle assunzioni in alberghi e ristoranti: nel periodo gennaio-ottobre 2003 rispetto al gennaio-ottobre 2002 il saldo si è chiuso con un -4% di contratti di assunzione.

News Correlate