giovedì, 24 Settembre 2020

Niger, liberati i due turisti italiani

Dopo 55 giorni finisce il Libia l’incubo dei due sequestrati

Si è conclusa positivamente l’odissea dei due italiani rapiti in Niger lo scorso 22 agosto. Per 55 giorni i due sono rimasti nelle mani dei sequestratori: Claudio Chiodi, che si era spontaneamente offerto in ostaggio ai guerriglieri delle Fars (Forze armate rivoluzionarie del Sahara) per permettere al resto della comitiva di andarsene, e per Ivano De Capitani, l’amico che aveva “scelto” di
restargli a fianco, l’incubo si è concluso con la liberazione in Libia. Dopo oltre un mese e mezzo di contatti, trattative e rinvii, finalmente l’atteso segnale che ha posto fine ad un sequestro che, inizialmente, aveva coinvolto una ventina di turisti italiani. I due hanno già riabbracciato le rispettive famiglie.

News Correlate