giovedì, 5 Agosto 2021

Ottaviani: “Mancano risorse finanziarie”

Il commissario dell’Enit plaude a Rutelli, con lui turismo e cultura di pari passo

Con la delega a Rutelli “il turismo entra a far parte delle politiche di governo che riguardano la più grande risorsa del nostro territorio, la cultura, e può, quindi, trovare un terreno molto fecondo nei programmi che il governo intenderà avviare per la tutela e la valorizzazione delle grandi ricchezze culturali del nostro Paese”. Questa l’opinione espressa dal commissario straordinario dell’Enit, Amedeo Ottaviani, nel corso del suo intervento al convegno nazionale “Turismo italiano? … è in vacanza – Politiche e investimenti per il rilancio del turismo italiano nella competizione mondiale”, nell’ambito della Borsa delle 100 Città d’Arte d’Italia in programma in questi giorni a Ferrara. La soluzione scelta dal nuovo Governo “indica – secondo Ottaviani – un nuovo modo di intendere il turismo. Non più un settore a sé stante, con le sue imprese e i suoi addetti, ma un’attività che entra a far parte di una materia molto più ampia che è quella dei beni culturali. Una visione sistemica aggiunge il commissario straordinario – che è assolutamente necessaria per realizzare un modello italiano del turismo che veda tutte le politiche pubbliche, dello Stato ma anche delle regioni, degli enti locali e dei privati, finalmente coordinate.” Ottaviani ha, però, rilevato alcuni ostacoli che Rutelli troverà sulla sua strada: inadeguatezza della dotazione finanziaria per le sue alte funzioni, la mancanza di un’organizzazione e di un budget per rendere veramente funzionale il Comitato Nazionale del Turismo.

News Correlate