mercoledì, 23 Giugno 2021

PanAir, ci risiamo

Ancora problemi per la compagnia che lascia a terra 700 passeggeri

Ferie rovinate per settecento turisti siciliani. C’era chi aveva sognato una meritata vacanza tutto relax dopo un anno di lavoro e chi invece doveva tornare in ufficio dopo un soggiorno all’estero. Situazioni diverse e disagi comuni. Per tutti, infatti, la giornata di domenica è stata un inferno. A cominciare dai responsabili del tour operator Diffusione Viaggi, prime vittime del disservizio causato dalla “strana coppia” PanAir-Air Italy. E’ vero, infatti, che i mancati collegamenti da Catania a Tunisi, da Monastir a Palermo, da Spalato a Palermo e da Catania a Ginevra dovevano essere effettuati da Air Italy, che ancora una volta ha “bidonato” la PanAir. Ma è anche vero che il vettore siciliano ancora una volta non ha saputo trovare altre soluzioni che scaricare tutta la colpa sul mancato rispetto del contratto da parte di Air Italy. Contratto che sarebbe stato rispettato se le due aziende, così come indicato dall’Enac, avessero operato ogni volo con il Commissario a bordo. Ma questo aveva comunque un costo e, al fine solo di risparmiare denaro, compromettendo così la qualità del servizio, Salvatore Travagliante (PanAir) e Mario Rusconi (Air Italy) hanno deciso di riprendere a volare insieme, ma senza il commissario a bordo. Le conseguenze, ormai, sono note a tutti, con gravi ripercussioni sull’immagine dei tour operator, ancora una volta vittime degli inspiegabili atteggiamenti delle compagnie aeree.

News Correlate