lunedì, 18 Gennaio 2021

Pantelleria, ritardi medi di un’ora

L’antiquato tapis roulant costringe a interminabili attese

Continuano i disagi per i turisti che hanno scelto la Sicilia per le loro vacanze. Prima le code interminabili all’aeroporto Falcone-Borsellino di Punta Raisi. Ora tocca allo scalo di Pantelleria, dove l’assenza di un tapis roulant adeguato sta causando ritardi medi di almeno un’ora, con pesanti ripercussioni su eventuali coincidenze. Fino alla scorsa estate il problema non si poneva perché il piccolo tapis roulant dell’aeroporto isolano bastava a controllare ai raggi X i bagagli a mano. Ma ora, dopo l’11 settembre, l’esigenza di controllare tutti i bagagli, a cominciare da quelli più voluminosi, ha intasato il normale svolgimento del lavoro. Gli operatori dello scalo, infatti, sono costretti a controllare ad uno ad uno tutti i bagagli, con automatica perdita di tempo. E dire che il secondo tapis roulant è pronto da un mese, ma non è stato ancora attivato dall’Enac, così come segnalato da Mariano Rodo, consigliere della Gap (la società che gestisce l’aeroporto di Pantelleria). Il tutto in una stagione che ha segnato il netto incremento degli arrivi. Turisti che sono tornati a casa con un idea pessima dell’organizzazione isolana.

News Correlate