martedì, 22 Settembre 2020

Pantelleria, un parco archeologico nell’isola

Ritrovata tomba romana, torna la proposta di Leanza

Una tomba romana con alcune anfore di corredo e un’urna in calcare bianco e calcarenite. E’ il bottino dell’ultimo ritrovamento di Pantelleria avvenuto durante alcuni scavi di edilizia privata. Adesso la zona è stata piantonata e i reperti sono stati trasportati al museo dell’Arenella a Pantelleria. Ma per il futuro torna alla ribalta la proposta avanzata dall’assessore regionale ai Beni culturali, Lino Leanza di creare un vero e proprio parco archeologico, articolato in quattro settori principali: il villaggio preistorico di Mursia, l’acropoli di San Marco, il santuario punico-romano del lago di Venere, l’insediamento tardo-romano di Scauri. “Un modo per coniugare la forte vocazione archeologica dell’isola – sostiene Lenza – con quella paesistica. Tra l’altro, queste ulteriori scoperte non fanno che confermare quanto Pantelleria abbia ancora da dare alla ricerca archeologica mondiale”.

News Correlate