lunedì, 25 Ottobre 2021

Piccoli comuni, buone potenzialità ma poco sfruttate

Nel dossier Bandiere Arancioni i dati su accoglienza e informazioni turistiche

I piccoli comuni dell’entroterra, cioè circa l’86% dei comuni italiani, rappresentano una grande risorsa per il Paese anche per il settore turistico, ma non tutte le loro potenzialità vengono ben sfruttate. E’ questo, in sintesi, il quadro tracciato dal primo Dossier Bandiere Arancioni, ‘Turismo e ambiente nei piccoli comuni dell’entroterra”, nato dalla partnership tra Tci (Associazione Turistica culturale) e Cobat, (Consorzio obbligatorio Batterie al Piombo Esauste). Secondo i dati dal punto di vista dell’accoglienza e delle informazioni turistiche, sebbene l’81% dei piccoli comuni abbia un punto di informazioni turistiche, solo il 37% di questi può vantare efficienza, completezza e qualità. Anche per quanto riguarda il sito web, se il 90% dei piccoli comuni ne possiene uno, solo il 43% risulta averne uno facilmente navigabile, aggiornato e accurato. Positivo, invece, il trend che riguarda gli eventi, su cui molti piccoli comuni puntano: il 73% organizza mostre, il 54% rassegne teatrali e il 95% ha un calendario ricco di festività e sagre.

News Correlate