lunedì, 14 Giugno 2021

Poggio Mulara, il Paradiso dei quarter horse

Il fiore all’occhiello dell’azienda agrituristica sono i famosi cavalli americani

Sarà che l’intera azienda si basa sul progetto “Gusto Sano”, il modo migliore per prevenire a tavola i disturbi cardiaci, sarà che Luigi Trubia usa metodi d’addestramento particolari, ma anche i cavalli del maneggio hanno una marcia in più. Fra i 21 cavalli dell’azienda vi sono infatti diversi campioni di razza purissima. Tra questi spiccano i quarter horse, la tipica razza che abbiamo visto tante volte nei film scorazzare per le praterie americane. Un concentrato di classe e potenza che ha già regalato a Trubia una lunga serie di soddisfazioni. Nel 1991 e nel 1992 i suoi cavalli hanno vinto il Futurity, una sorta di campionato europeo aperto anche alle scuderie americane. Un successo che è andato oltre ogni più rosea aspettativa, considerato che oltre allo stress da viaggio i quarter horse cresciuti in Sicilia hanno superato anche avversari autoctoni. “E’ un dato che ha stupito tutti – ha spiegato Romina Gennaro, studentessa in veterinaria che proprio sui quarter horse sta preparando la tesi – I cavalli americani cresciuti in Sicilia sono più forti e veloci degli stessi cresciuti in America, nel loro territorio. Evidentemente la miscela tra ottimi foraggi, il clima eccezionale e le intuizioni dell’allevatore fanno la differenza”. Cavalli, ma non solo. L’azienda agrituristica del Poggio Mulara offre agli appassionati la possibilità di vedere all’opera carrozze antiche e da gara, che si alternano in spettacolari derapate. Da non perdere la foto con la biga romana.

News Correlate