lunedì, 8 Marzo 2021

Provincia e Aapit capofila del Distretto Turistico del Palermitano

Accordo con Associazioni di categoria, Gesap e Autorità Portuale

“Invece di subire una riforma del settore che ha suscitato perplessità e polemiche abbiamo deciso di metterne a frutto i lati positivi, le potenzialità. E prima fra tutte la possibilità di coinvolgere tutti i protagonisti in una struttura di aggregazione agile, flessibile e fortemente radicata sul territorio. Un modo per non disperdere, anzi per dare nuovo impulso alle tante professionalità che operano nella nostra provincia”. Lo ha affermato il presidente della Provincia, Francesco Musotto, “candidando” la Provincia regionale e l’Aapit come capofila del nuovo distretto turistico della provincia di Palermo.
A “certificare” il ruolo dell’ente di palazzo Comitini è stata la riunione che si è svolta ieri nei locali dell’Aapit di Palermo, dal presidente della Provincia, Francesco Musotto e dall’assessore al Turismo, e presidente Aapit, Salvatore Sammartano.
All’incontro hanno preso parte tutti gli interlocutori pubblici e privati coinvolti nella riforma del settore, introdotta con la legge regionale 10, e indirizzata verso un complessivo accentramento delle competenze, con la soppressione delle Aziende di soggiorno e la trasformazione delle Aziende autonome provinciali.
“La nuova normativa – spiega Musotto – introduce proprio il distretto turistico come organo esecutivo decentrato. Per il nostro territorio i punti di riferimento per aggregare risorse e operatori sono indiscutibilmente il porto e l’aeroporto di Palermo, in grado di costituire veri e propri poli di servizio ad ampio raggio”.
E il porto e l’aeroporto “Falcone e Borsellino” erano entrambi rappresentati ai vertici, con l’amministratore delegato della Gesap, Giacomo Terranova, e il presidente dell’Autorità portuale di Palermo, Nino Bevilacqua, che hanno avvalorato entrambi “l’investitura” proposta da Musotto.
Al tavolo, inoltre, tra gli altri, il neo presidente della Camera di Commercio, Roberto Helg; Giuseppe Cassarà, presidente della Federazione nazionale Agenzie di viaggio (Fiavet); Vincenzo Sole, presidente Ente bilaterale del Turismo; Salvo Zappalà, presidente Federturismo Sicilia; Giovanni Di Giovanni, presidente associazione albergatori della provincia di Palermo.
“In tutta la Sicilia – ha detto Sammartano – stanno nascendo i primi distretti turistici, e l’area del palermitano non può rimanere indietro. Abbiamo settori di grande potenzialità sui quali investire, primo fra tutti il convention bureau, ma fondamentale è l’accordo fra i vari operatori della filiera turistica”.

News Correlate