domenica, 13 Giugno 2021

Ragusa, arrivano da Berlino i bronzi del I secolo D.C.

Saranno esposti al Museo Ibleo dal 12 aprile al 5 maggio

Per la prima volta in Italia saranno esposti al Museo Archeologico Ibleo di Ragusa, dal prossimo 12 aprile al 5 maggio, alcuni reperti in bronzo, risalenti al I secolo d.C., provenienti dall’ area vesuviana e concessi dal Pergamon Museum di Berlino. Si tratta di uno scambio con l’istituzione tedesca, dopo l’
esposizione in Germania del ‘Guerriero di Castiglione’, bassorilievo funerario del VI secolo a.C., rinvenuto lo scorso anno nella campagna ragusana, una scultura che rappresenta una delle più singolari testimonianze dei primi contatti del mondo indigeno con la più evoluta civiltà greca. Il Museo di Berlino ricambia, ora, con l’ invio di dieci vasi bronzei, custoditi nel caveau del Pergamon e mai esposti negli ultimi trent’anni. Il progetto è stato presentato nella Sala Gialla dell’Ars alla stampa dalla sovrintendente dei Beni Culturali, Beatrice Basile, dall’ assessore al Turismo del Comune di Ragusa, Francesco Barone, e dai consiglieri dell’Aapit Ragusa, Pietro Roccaro e Mario Papa. Oltre ai pezzi provenienti da Berlino, a Ragusa saranno esposti anche venti bronzi ritrovati due anni fa nei fondali di Camarina e del tutto simili a quelli di Boscoreale. Ma la Sovrintendenza è pure in trattativa per l’ acquisizione di una collezione privata di vasellame in bronzo dello stesso periodo, attualmente custodite a Paternò. Il complesso dei bronzi di Boscoreale fu ritrovato alla fine dell’ Ottocento in una villa dell’ agro pompeiano. La maggior parte dei pezzi finì nella collezione di Edmond de Rotschild, che la donò al Louvre; altri vasi arrivarono in Germania, durante la II guerra mondiale. L’ inaugurazione della mostra sarà preceduta da una giornata di studi con la partecipazione di archeologi tedeschi e italiani.

News Correlate