mercoledì, 20 Gennaio 2021

Regione Siciliana, presto legge speciale per i porti delle isole

Legambiente è fortemente contraria perché teme nuovi scempi

Un porto turistico e una centrale fotovoltaica nel futuro di Ginostra. Stando a quanto dichiarato ieri dal presidente della Regione Siciliana, Salvatore Cuffaro, al termine della Giunta svoltasi proprio a Ginostra. “La giunta regionale varerà una legge speciale per la portualità delle isole minori. L’iniziativa consentirà di superare tutti i vincoli superabili e di accelerare i tempi di intervento”. ”La legge – ha aggiunto Cuffaro, rispondendo alle sollecitazioni degli abitanti di Ginostra che chiedono la realizzazione di un molo – sarà fatta in modo da potere superare e risolvere i problemi di tutte le isole della Sicilia, compatibilmente con le esigenze di legge”. Cuffaro ha inoltre annunciato che in settimana firmerà ”l’ultimo atto burocratico che consentirà l’avvio dei lavori di costruzione di una centrale fotovoltaica a Ginostra”. All’annuncio di una nuova legge speciale, però, Legambiente ha voluto fare sentire la sua voce: “Legambiente Sicilia è nettamente contraria al ricorso della giunta regionale di una legge regionale per la portualità nelle isole minori. Questa è l’ennesima richiesta di strumenti speciali atti a superare vincoli, normative di legge, criteri di programmazione, e pianificazione territoriale. La richiesta di commissariamento e leggi speciali rappresenta quanta poca oculatezza abbia questa amministrazione regionale nella gestione del territorio. Siamo certi che presto come già successo per l’emergenza rifiuti, per l’emergenza idrica, per l’emergenza dei reflui, e l’emergenza del traffico a Palermo, arriverà anche quella per la costruzione dei porti con buona pace dei caratteristici e suggestivi paesaggi delle piccole isole, note a apprezzate in tutto il mondo”.

News Correlate