venerdì, 25 Settembre 2020

Rutelli: “Le città d’arte traino per il turismo”

Ma servono innovazioni per tutelare il patrimonio artistico

Il turismo italiano si appoggia principalmente sulle città d’arte. E’ questa l’opinione espressa dal vicepresidente del Consiglio e ministro per la Cultura e le attività culturali, Francesco Rutelli. “Oggi – ha spiegato – sono le città d’arte a trainare il turismo e a compensare il calo generale nelle presenze turistiche. Questo comporta anche dei problemi come, ad esempio, con i residenti e per la tutela e conservazione del patrimonio artistico. E’ una sfida da affrontare con molte innovazioni. Penso – ha aggiunto Rutelli – a programmi per quanto riguarda la logistica che permettano di tenere fuori dal centro i mezzi commerciali inquinanti e gestire meglio il trasporto delle merci”. Per Rutelli una soluzione potrebbe essere “la moltiplicazione dei mezzi elettrici nei centri storici e la necessità di regolamentare la presenza di pullman turistici in centro. I turisti devono poter arrivare, ma le aree pregiate dei centri storici devono essere preservate”. Per Rutelli questa sfida sarà affrontata “insieme ai sindaci, agli amministratori e ai vari ministri che ne portano la responsabilità”.

News Correlate