mercoledì, 30 Settembre 2020

Ryanair, 24 mila sterline di multa per pubblicità ingannevole

Sul sito della compagnia, in diversi casi, non era segnalato che bisognava pagare le tasse

Ryanair, compagnia aerea irlandese a basso costo, e’ stata multata 24 mila sterline, circa 36 milioni di euro, per aver ingannato i clienti circa il prezzo ‘online’ di alcuni voli diretti in Europa. La giuria del tribunale di Chelmsford ha giudicato la linea aerea colpevole di sei violazioni della legge britannica per la protezione dei consumatori. Il caso riguarda alcuni avvisi pubblicitari apparsi sul sito internet di Ryanair in cui la linea aerea offriva voli a prezzi stracciati per alcune destinazioni europee, senza pero’ indicare il prezzo totale con l’inclusione delle tasse. Secondo l’accusa, Ryanair aveva anche violato la legge offrendo un volo diretto a Pisa cosi’ pubblicizzato: ”Londra
Stanstead-Pisa: 4,99 sterline, solo andata, tasse escluse”. Ma la giuria ha giudicato Ryanair innocente in questo caso, perche’ nell’avviso era scritto che le tasse erano escluse. La linea aerea e’ stata invece condannata per quanto riguarda altri sei avvisi pubblicitari relativi a voli per varie destinazioni in
Europa, che non avevano l’indicazione ‘tasse escluse’. Il Consiglio della contea di Essex, il comune di cui fa parte l’aereoporto di Stanstead, base di Ryanair, ha precisato di aver portato il caso in tribunale per salvaguardare i consumatori. I legali del Comune hanno precisato che anche su internet, come su
giornali, tv o altri tipi di mezzi di pubblicita’, ”il prezzo che si vede dovrebbe essere il prezzo che si paga”. Caroline Green, capo del servizio consumatori di Ryanair ,ha precisato che la line aerea irlandese aggiunge sempre, come pressi, la frase ”tasse escluse” ma in quei sei casi c’e’ stato un ”errore”. ”Il 98% dei nostri clienti – ha aggiunto – prenotano via internet. Abbiamo 30 milioni di clienti all’anno e mai c’e’ stata una lamentela circa la nostra pubblicita”’.

News Correlate