venerdì, 18 Settembre 2020

Ryanair, Bruxelles deciderà entro novembre

Bisogna verificare se gli aiuti pubblici sono “accettabili o no”

Sembra ormai in dirittura d’arrivo l’indagine Ue sui presunti aiuti di Stato ricevuti dall’irlandese Ryanair. ”L’indagine su Ryanair è in corso e la Commissione dovrebbe decidere alla fine del mese, o all’inizio del prossimo”. Lo ha detto oggi a Bruxelles Gilles Gantelet, portavoce della commissaria europea ai trasporti Loyola de Palacio, commentando alcune indiscrezioni di stampa secondo cui Bruxelles sarebbe orientata a giudicare ”illegali” i sussidi ricevuti dal vettore irlandese. ”Le preoccupazioni della Commissione sono molto chiare”, ha ricordato il portavoce, ”ora – ha aggiunto – si deve decidere da un punto di vista legale se gli aiuti pubblici” concessi alla compagnia irlandese per l’utilizzo dell’aeroporto belga di Charleroi ”siano accettabili o no”. ”Fino a quando – ha proseguito Gantelet – non arriveremo ad una decisione finale, la Commissione non rilascerà nessun commento in merito”. Del caso Ryanair si è occupato il ‘Financial Times’ oggi in edicola. Secondo il quotidiano londinese, l’esecutivo europeo sarebbe pronto a bocciare alcuni aiuti pubblici ricevuti dalla compagnia a basso costo per lo scalo belga di Charleroi e a chiederne la restituzione alle autorità belghe. Il caso Ryanair, scrive il ‘Ft’, potrebbe inoltre allargarsi ad altri scali dopo che la Commissione europea ha ricevuto alcune denuncie relative all’attività della compagnia aerea irlandese nell’aeroporto francese di Pau e in quello di Strasburgo.

News Correlate